Pubblicato da: ZioTack | 24 luglio 2006

Diventerò un Cavaliere!

Immaginate di trovarvi in una faggeta, in autunno.

Tutto attorno a voi assume una colorazione giallo-rossastra. Seguite un sentiero poco battuto, in salita. La vostra fidata spada ad una mano e mezza tintinna ad ogni passo e pare agitarsi dentro la custodia ben oliata. Avete una strana sensazione… tutto attorno aleggia un innaturale silenzio… non un uccello, non un animale… Improvvisamente la boscaglia si apre su un prato semi-circolare. Di fronte a voi, parzialmente nascosta da aguzze rocce appare l’ingresso di una caverna. Sapete che dovrete vincere le vostre paure ed entrarvi… nel cuore della montagna si nasconde quella dannata viverna… entro domani potrete tornare al vostro villaggio come un eroe e diventare cavaliere… oppure perdervi per sempre nell’oscurità… Che fare?

Questo è lo spirito del gioco di ruolo. A ogni giocatore viene richiesto di calarsi nella parte, di immaginare l’ambiente che lo circonda, di caratterizzare il proprio personaggio, di seguire le indicazioni di chi “dirige” la storia, di divertirsi stando assieme a tanti amici.

In un gioco di ruolo ognuno può intraprendere la professione desiderata, dedicarsi allo studio della magia, imparare le arti della furtività, diventare sacerdote o cavaliere, trasformarsi in vampiro o pilotare un cargo stellare. Basta un pezzo di carta, una matita, dei dadi, un Narratore che sappia guidarvi nel mondo immaginario e tanta, tanta, tanta fantasia…

Esistono moltissimi giochi di ruolo, ognuno con regole proprie, spesso molto complesse. Di ambientazioni anche: si varia da quella medievaleggiante alla fantescientifica, dal mondo moderno in cui esistono comunità di mostri notturni [vampiri, licantropi, spettri, …] a quello post-atomico, in cui l’acqua vale più dell’oro… Basta solo scegliere quella che piace di più, poi le varianti sono infinite…

Con l’uscita dei giochi di carte collezionabili e dei giochi di ruolo online secondo me si è un po’ persa la voglia di partecipare a sessioni di puro RPG [Role Playing Game: Gioco di Ruolo in inglese], anche perché è un po’ più impegnativo. Ma invito tutti a provare almeno una volta… difficilmente rimarrete delusi 😀

Annunci

Responses

  1. Non ho mai trovato un gruppo di persone con cui GDRare…. 😦
    Al massimo ho fatto da master ai miei cuginetti di 8-10 anni e li ho fatti divertire per qualche mese… ancora adesso dopo 4 anni da quando li ho fatti giocare si ricordano tutte le avventure che gli ho fatto passare 😀


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: