Pubblicato da: ZioTack | 5 ottobre 2006

Oltrepassa di 0.5 la velocità della luce…

Nel 1977 uscì al cinema Guerre Stellari. In realtà venne proiettato in poche sale, anche perché era una produzione a basso costo e i produttori non volevano rischiare più di tanto… Oggi, a quasi trent’anni di distanza tutti sanno quale fenomeno sia diventato l’Universo ideato da Lucas.

Al tempo, però, tra doppiaggi osceni e fantascienza dilagante, proprio nel primo episodio della saga [divenuto in seguito Episodio IV, scatenando le fantasie di migliaia di seguaci della pellicola…] assistiamo a delle sparate allucinanti…

In Particolare ci sono due frasi che lasciano attonito lo spettatore che si intende un po’ di fisica o astronomia:

  • [Han Solo parla del Millenium Falcon]: …oltrepassa di 0.5 la velocità della luce…
  • [Han Solo sempre sul Millenium Falcon]: …è la nave che ha percorso la Rotta di Kessel il meno di 12 parsec…

Allora… Dato che il parsec è un’unità di misura di lunghezza astronomica e non di velocità, Han Solo si è bevuto il cervello e Lucas ha studiato male alle medie… Ma su questo vorrei tornare in un’altra occasione: esiste una spiegazione valida anche su tale affermazione [così salviamo la faccia al contrabbandiere più simpatico della galassia]

Torniamo invece al fatto che il Millenium Falcon oltrepassa di 0.5 la velocità della luce. In sè la cosa è fisicamente impossibile: solo una particella di massa nulla può raggiungere la velocità limite di 299.792.458 metri al secondo…

E allora? Dove sta la fregatura?

Tralasciando l’innegabile ignoranza di Lucas negli anni ’70, in verità, nella versione originale di Star Wars Han Solo non parlava di “velocità della luce” [speed of the light], ma di “velocità luce” [lightspeed].

Due cose molto simili tra loro, ma che nascondono una piccola differenza… Infatti, mentre la prima intende effettivamente la velocità della luce che tutti conosciamo, la seconda è uno slang e rappresenta la velocità raggiungibile da un vascello spaziale all’interno dell’iperspazio. A questo punto, dato che l’iperspazio [costruzione puramente fantascientifica… per ora…] permette alle astronavi di viaggiare più velocemente della luce, tutto torna: viaggiare a velocità luce con un’iperguida [hyperdrive] di classe uno corrisponde a spostarsi nello spazio reale ad una velocità superiore a un milione di volte quella della luce. In questo modo si può attraversare la galassia in una manciata di ore [per attraversarla completamente ci vogliono comunque dei giorni…].

Chiara come spiegazione? Servono approfondimenti? Ovviamente ho dato per scontate un sacco di cose, ma penso che chi si ferma a leggere questa veloce spiegazione un minimo sappia di cosa sto parlando 😀

Il Millenium Falcon

A presto

Annunci

Responses

  1. Bellissimo

  2. è vero che tanti di noi sperano,un giorno, di poetr andare oltre la velocità della luce:come dicono a star trek a curvatura ed oltre. Ma penso che per ora vadano disilluse queste aspettative a meno di……eventi eccezionali!

  3. bello questo articolo!

  4. senza hiperdrive non si può aprire una finestra nell’iperspazio. per attraversare la galassia di pegaso ci vogliono 3 giorni invece per arrivare a taorin ci vuole 2 settimane e 2 giorni.
    a meno che tu no hai uno stargate che apre un varco ultramateriale tra 2 punti.

    la fantascenza mi ha kallato il cervello


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: