Pubblicato da: ZioTack | 16 aprile 2007

Ai lati d’Italia

Poco fa parlavo dei testi nascosti all’interno di canzoni… Ma esiste un’arte piu’ sottile: lo scrivere poesie palindrome. Un esempio?

Etna… gigante.

A valle tra masse ebre la nera,
l’accesa d’ira Etna ti moveva,
l’Etna gigante lave vomitante!
Arida secca l’arena l’erbe essa martellava.

Questa poesia vinse nel 1925 il concorso indetto dal giornale “La Tribuna” per la piu’ bella frase palindroma.

E ora provate a leggerla al contrario… Grandioso…

Annunci

Responses

  1. Ma quanti anni ci è stato questo qui per scrivere questa poesia?? O_o

  2. Beh, se l’avessi scritta io avrei dovuto nascere nel 1925 per poterla pubblicare ora.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: