Pubblicato da: ZioTack | 19 giugno 2008

Nucleare? Mah…

Tempo fa avrei lottato “ferocemente” per un ritorno al nucleare. Al momento attuale, invece, nutro seri dubbi sulla scelta del nostro Governo.

Come fisico, approvo e appoggio a pieno l’appello dei docenti e ricercatori delle Università e Centri di ricerca Italiani, contro il ritorno al nucleare e scaricabile in formato PDF su energiaperilfuturo.it.

Come cittadino, ritengo scorretta la decisione di reintrodurre il nucleare in Italia. Votammo un referendum nell’86 per ABOLIRE le centrali nucleari nel nostro Paese… per quale motivo non si dovrebbe proporre un nuovo referendum per capire se gli italiani le rivogliono?

Oltretutto, pare che chi ci governa [chiunque… che sia di destra, di sinistra, centro o agli estremi], molto probabilmente ignorante dal punto di vista scientifico, scarti a priori il confronto con chi propone alternative o almeno conosce la definizione di energia

Spero solo che la ragione abbia il sopravvento… una volta tanto…

Annunci

Responses

  1. A me se me lo chiedono, cosa ne penso, mi fà piacere… 🙂

  2. A me se me lo chiedono, cosa ne penso, mi fà piacere… 🙂

    Ecco… anche a me farebbe piacere 😉

  3. Secondo me finché chi ci governa non prende seriamente in considerazione le alternative non ha gli strumenti per decidere ne a favore ne contro. Le tecnologie relative alle fonti rinnovabili soltanto negli ultimi 3 anni hanno fatto passi da giganti.
    Mi sembra un po come la storia dei termo-valorizzatori che sono l’unica soluzione per i rifiuti semplicemente perché altre soluzioni (come il trattamento meccanico) semplicemente sono disconosciute.

    (ciao ZioTack!!! =P)

  4. Guarda, il problema è ben più profondo, citerò grossolanamente qualche esempio:
    Eolico – i verdi e gli ambientalisti protestano perché gli uccelli ci crepano. Ma vogliamo parlare poi dei paesaggi rovinati?
    Termovalorizzatori – not in my back yard
    Solare – costa troppo checché ne dica Grillo

    Il fatto è che culturalmente non siamo pronti, purtroppo è ancora uso indicare il fumo bianco emesso dalle centrali [nucleari] come “smog”, quando basta aver fatto la quinta elementare per sapere che trattasi di vapore acqueo, se glielo spieghi [uno ci prova ma la comprensione è relativa] puntano il dito gli ecologisti senza se e senza ma blaterando a vanvera di “surriscaldamento globale”.
    Purtroppo siamo un paese popolato da vecchi rimbambiti e ragazzini cialtroni, il referendum per il no al nucleare è stato promosso sull’onda del disastro di Cernobyl dell’86. Per forza che i disinformati hanno votato contro. In Italia è uso fare di tutta l’erba un fascio. La cultura media è realmente molto bassa. Personalmente sono sempre stato contrario ai referendum, l’italiano medio non è in grado di governarsi poiché, anche se gli spieghi le cose (a meno che non si tratti di calcio) non capisce.

    Un amichevole saluto.

  5. Guarda… sono Fisico Nucleare e penso di capire abbastanza bene il problema. Infatti appoggio in pieno il pensiero dei citati docenti universitari e ricercatori. Come friulano Chernobyl l’ho vissuta molto da vicino, ma se avessi potuto votare, al tempo avrei sicuramente sostenuto il nucleare.

    Sono concorde con quello che dici, ma esistono veramente alternative serie, non quelle cagate dell’eolico, del fotovoltaico, dell’olio di colza per i motori o di altre assurde soluzioni proposte da Grillo. Rubbia per esempio proponeva un sistema di specchi di dieci chilometri di lato… che sulla carta soddisferebbe il fabbisogno energetico… mondiale! E allora in una versione più piccola, perché non provarci?

    Il problema vero è che si tende a decidere per qualsiasi cosa senza ascoltare il parere di chi effettivamente le cose le sa… o le ha sperimentate.

    E… grazie dell’intervento: ti aspetto ancora su queste pagine 😉

  6. Eh, Rubbia ne sa, c’è solo un piccolo problema negli specchi di 100 km quadrati, la manutenzione. Lo stesso problema che si riscontra con distese di pannelli solari, una manutenzione che nella maggior parte dei casi annulla i vantaggi economici dati dai sopraccitati metodi.
    Il problema, come esposto prima, è della gente, di quella massa di imbecilli che costituiscono l’italico pueblo, Purtroppo, la politica, deve tenere conto della volontà di questi idioti. Guarda solo cosa sta succedendo a napoli con il problema dello smaltimento rifiuti, se poi aggiungiamo il fraintendimento totale delle parole del Presidente della Repubblica (che per una volta poteva tacere) NOI del nord per molti di quei r.tard ci siamo pure presi la colpa dell’inquinamento.
    Imbarazzante.
    E tu vorresti tentare di spiegare a ‘sta gente che il nucleare non è pericoloso?

    P.S.
    Ti ho linkato sul mio Blog

  7. Ciao ZioTack!
    Vedo che anche tu sei un Fisico Nucleare… 🙂
    Grazie di essere passato e di aver ripreso nel post successivo a questo il problema sull’immigrazione…

    Sul Nucleare però mi vedi in posizione opposta alla tua. Ti consiglio di documentarti un po’ di più sulle Centrali di III generazione avanzata (III+) e su quelle di IV generazione che, forse pochi lo sanno, hanno più filiere. Quella dei sistemi raffreddati al sodio su cui si e’ buttata l’area EURATOM partiranno tra 20-25 anni, quelli al piombo (la Russia con l’ing. Cinotti della Del Fungo Giera Energia italiana) partono già ora!

    Sul mio blog trovi segnalati vari post e vari articoli sull’argomento.
    Buon tutto!

    Andrea

  8. Sì, sono sicure dal punto di vista della reazione… niente da dire. Ma hai presente il disastro ambientale se solo l’impianto di raffreddamento al piombo avesse una perdita? 😯

    E poi, sinceramente, per me il problema energia va risolto prepotentemente entro una decina d’anni, altrimenti fra un po’ andremo a lavorare solo per pagare le bollette 😀

  9. Concordo sulla seconda affermazione, non sulla prima, visti gli standard di sicurezza che vengono ora adottati dalle nuove centrali. Ti segnalo l’intervista all’ing. Adonolfi, AD di Ansaldo Nucleare, che ho realizzato qualche mese fa:
    http://www.ilgiornale.it/pag_pdf.php?id=71354

    Ho appena scritto un post con qualche considerazione proprio sui temi energetici.

    Buon tutto e grazie per i commenti sul mio blog. Ogni contributo è ben accetto!

    Andrea


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: